Cosa vi ho nascosto:

VAZ-2106 «Shahid»

La fabbrica automobilistica russa VAZ è nata alla fine degli anni ’60 per produrre due modelli della FIAT adattati alle condizioni stradali e climatiche russe. Questi due modelli italo-russi erano la VAZ-2101 (Fiat 124) e la sua versione «lux» VAZ-2103 (Fiat 124S). La produzione del primo è partita nel 1970, mentre già nel 1974 gli ingegneri della VAZ hanno deciso di provare a progettare qualcosa in proprio. Così è nato il terzo modello della fabbrica: la versione aggiornata della 2103. Il nome datole è stato VAZ-2106.

Secondo l’idea iniziale l’aggiornamento più radicale doveva riguardare il design esterno (ridurre le cromature) e le luci. In effetti, è stato cambiato l’aspetto della rete del radiatore, i paraurti, i coperchi delle ruote, i segnali laterali di svolta ed i fori di ventilazione.

La parte posteriore modernizzata della VAZ-2106 rappresenta una grossa novità per l’industria automobilistica russa: per la prima volta tutte le luci posteriori sono state riunite in blocchi unici. Inoltre, per la prima volta in assoluto il sistema della illuminazione della targa posteriore è stato incorporato nei blocchi delle luci. Sotto il paraurti posteriore a sinistra è stata collocata una luce rossa antinebbia.

Il restyling ha influito poco sulle dimensioni della vettura: lunghezza 4166 mm, larghezza 1611 mm, altezza 1440 mm. Peso 1045 kg.

Ma anche all’interno della auto sono state introdotte delle novità: l’illuminazione dei vari indicatori sul pannello di controllo e l’autoradio di serie.

Il portaoggetti centrale è sempre stato solo una opzione.

La 2106 è stata l’ultimo modello della VAZ con i finestrini anteriori divisi in due parti (rettangolo + triangolo). Comunque, si vede già l’inizio di un processo di modernizzazione: l’aspetto interno della portiera è quasi moderno.

Il motore della VAZ-2106 è il più potente tra tutti i motori di piccola cilindrata prodotti in URSS. Le sue caratteristiche più importanti: 4 cilindri in linea (diametro 79 mm), 8 valvole, 1569 di cilindrata, 75 CV, fino 5400 giri al minuto. La velocità massima della VAZ-2106 era di 152 km/h, l’accelerazione fino ai 100 km/h in 17,5 secondi. Il consumo a regime misto era di 10,5 litri per 100 km.

La parte mobile, invece, non è stata modernizzata ed è rimasta la stessa della VAZ-2101.

Le gomme erano sempre da 16 pollici.

Questo modello è stato prodotto fino al 2006 e fino al 2000 è stato considerato l’auto più confortevole e sicura tra quelle prodotte in Russia – e in URSS fino a quando era in vita – per la gente comune. Ma negli ultimi anni della sua produzione la qualità dell’assemblaggio e di alcune componenti era scesa a dei livelli incredibilmente bassi. Tra le persone con delle risorse finanziarie limitate era popolare solo grazie alla «somiglianza alla BMW».

Altri due esempi del tuning:


Questo è penultimo modello «classico» della VAZ. E’ stato, inoltre, l’ultimo ad avere quattro fari e il primo con i poggiatesta anteriori. E’ ancora abbastanza facile incontrarlo in Russia.

L’ultimo modello VAZ «classico» (cioè progettato all’epoca dell’URSS e prodotto per decenni senza grosse modifiche) è stato VAZ-2107, del quale parlerò più avanti.

I commenti sono chiusi.