Cosa vi ho nascosto:

VAZ 2110 alias Lada 110

La VAZ, il maggior produttore russo delle automobili, in tutto il periodo post-sovietico ha esportato in Europa soltanto tre modelli. E’ assolutamente normale, però, che nella memoria degli europei ne sia rimasto appena uno: la Lada Niva. Mentre il modello del quale ho deciso di scrivere oggi, la VAZ-2110 (Lada-110 per il mercato europeo), in Europa l’ho visto/sentito nominare solo sui cataloghi delle riviste automobilistiche specializzate.

In Russia, invece, questo modello, prodotto dal 1996 al 2007, ha avuto un buon successo grazie al prezzo relativamente basso e la qualità superiore a quella delle VAZ prodotte fino a quel momento. Non illudetevi però: la Lada-110 era stata progettata tra il 1983 e il 1989 seguendo gli standard moderni dell’epoca, mentre la messa in produzione era stata più volte rinviata a causa delle difficoltà interne alla economia sovietica prima e quella russa poi.

Secondo l’idea iniziale si doveva creare una versione berlina della VAZ-2108 «Samara», ma questo si era rivelato un compito tecnicamente troppo impegnativo e costoso. Quindi la Lada-110 era stata progettata praticamente da zero. Vi faccio vedere un documento rarissimo: i progettisti della VAZ che non hanno paura di essere fotografati assieme a una propria creatura.

Di solito inizio la descrizione di una automobile dall’indicare le sue misure, quindi lo faccio anche questa volta: lunghezza 4265 mm, larghezza 1680 mm, altezza 1420 mm, altezza libera dal suolo 170 mm, carreggiata posteriore 1380 mm, carreggiata anteriore 1410 mm. La massa della macchina è di 1020 kg.

I motori disponibili erano due:
1) 4 tatti, 8 valvole, 79 CV, 1500 cm3 di cilindrata (velocità massima 170 km/h);
2) 4 tatti, 16 valvole, 92 CV, 1600 cm3 di cilindrata (velocità massima 180 km/h).
Il consumo di benzina per 100 km era sempre di 7,5/6,5/5,8 litri. Il serbatoio è da 43 litri. La Lada-110 è la prima VAZ dotata del dispositivo per il controllo elettronico del motore.

Sulla Lada-110 venivano installati il servosterzo e il «computer» di bordo per la diagnostica, il climatizzatore. La maniglia del cambio andava schiacciata verso il basso per inserire la retro. Tutti gli elementi in plastica, però, vibravano facendo un bel rumore: è un vecchio problema che la VAZ tutt’ora non è riuscita a risolvere (nemmeno sui nuovissimi modelli).

Per la quantità delle emissioni la Lada-110 rispettava lo standard Euro3.

La Lada-110 è da 5 posti. I sedili non sono comodissimi.

Il bagagliaio è da 430 litri.

Il punteggio del crash test EuroNCAP è pari a 4/16 (vedi il fotogramma del video). L’esperienza mostra, poi, che anche nei casi di scontro frontale la Lada-110 molto facilmente si incendia.

La versione station wagon si chiamava VAZ-2111 (Lada-111 per il mercato europeo) ed era in produzione dal 1998 al 2009. Si differenzia dalla versione berlina per alcune misure: lunghezza 4285 mm (+20 mm) e altezza 1480 mm (+60 mm).

La versione accorciata (4250 mm) a cinque porte si chiamava VAZ-2112 ed era in produzione dal 1999 al 2008. Il volume del bagagliaio era ridotto a 400 litri, lo schienale del sedile posteriore era sdoppiabile. L’altezza libera dal suolo era inferiore rispetto alla berlina: 160 mm.

La VAZ-21123 (Lada 112 Coupé per il mercato europeo) è la versione a tre porte della VAZ-2112 di cui ho appena scritto. E’ stata prodotta in piccole quantità dal 2002 al 2006. Le misure: lunghezza 4193 mm, larghezza 1680 mm, altezza 1435 mm. Su questa auto veniva installato solo un tipo di motore: quello da 1,6 litri e 16 valvole. La qualità di questa versione in generale era nettamente superiore alle altre vetture della «famiglia 2110» (e tutte le altre VAZ).

La VAZ-21106, infine, può essere considerata l’unico modello decente della VAZ. Creata sulla base della 2110 allo scopo della sua omologazione nel gruppo WRC e prodotta dal 1997 al 2004, aveva un bel aspetto estetico e alte qualità tecniche. Il motore installato era un Opel C20XE 16V e 150 CV, il cambio era fornito dalla Vauxhall (la sezione sportiva della filiale britannica della GM). Con il nuovo motore l’accelerazione fino a 100 km/h è diventata possibile in 8 secondi. La carrozzeria si distingueva dalla normale 2110 per gli archi delle ruote più grandi e gli elementi aggiuntivi in plastica. Il prezzo di questa versione sportiva era doppio di una VAZ-2110 normale. Tanti pezzi sono stati progettati appositamente per questa auto, quindi ora devono essere ordinati dalla Opel e/o dalla VAZ in caso di necessità da ogni singolo proprietario (di conseguenza, costano tantissimo).

La VAZ-21106 ha partecipato a tre edizioni dei campionati internazionali FIA WTCC: 2008, 2009 e 2010.

La cessazione della produzione di tutte le versioni della VAZ-2110 non è stata una grossa perdita per l’automobilismo. Infatti, erano assemblati male e con delle componenti di bassissima qualità. Di peggio riescono a fare solo gli ucraini: l’azienda della città di Cerkasy «Bogdan» ha prodotto fino al 2014 su licenza la 2110 berlina e station wagon. Appena usciti dalla fabbrica, i Bogdan-2110 sembravano dei rottami di almeno 10 anni di età. L’unico impegno di «Bogdan» meritevole della lode è l’aver progettato e prodotto i pick-up sulla base della 2110.

I modellini da collezione 1:43 prodotti dalla fabbrica russa «Agat-Mossar» raffigurano le VAZ-2110 e VAZ-2112. Il modellino VAZ-2111 1:43 viene prodotto da piccole fabbriche sconosciute in quantità molto ridotte. I modellini VAZ-21123 e VAZ-21106, a quanto mi risulta, non esistono proprio.

I commenti sono chiusi.