Cosa vi ho nascosto:

VAZ 2170 Lada «Priora»

La volta scorsa avevo scritto della Lada-110 (VAZ-2110), una auto progettata nella seconda metà degli anni ’80 e prodotta fino al 2007. Questa volta trovo logico descrivere la sua versione aggiornata, prodotta fino all’estate del 2018.
Considerando che il vecchio modello ha subito quasi mille modifiche e ha avuto più di duemila pezzi nuovi, è giusto parlare, a questo punto, di un modello nuovo. E in effetti, si chiama VAZ-2170 Lada Priora. In produzione dal marzo 2007 (le vendite sono partite il 21 aprile 2007), ha il design modernizzato e migliorato. Per esempio, il cofano del motore e la rete del radiatore, i fari (ora più grandi), i paraurti.

Sono cambiati anche il coperchio del bagagliaio e la forma delle luci posteriori: non più uniti in una linea, ma separati in due blocchi verticali. E’ diventato più lineare il passaggio dal tetto alla parte posteriore.

Gli archi delle ruote posteriori sono diventati esteticamente più belli, anche se comunque un po’ troppo pesanti. Migliorate le maniglie esterne delle portiere. In generale, il lato diventato più proporzionato. Ma nonostante le tante modifiche si notano facilmente i segni del «bio-design» tanto popolare negli anni ’80.

Le misure della Lada Priora sono rimaste praticamente identiche a quelle della vecchia 2110: lunghezza 4350 mm, larghezza 1680 mm, altezza 1420 mm, altezza libera dal suolo 165 mm, carreggiata posteriore 1380 mm, carreggiata anteriore 1410 mm. La massa della macchina è di 1088 kg.

I motori disponibili sono due:
1) 1596 cm3, 81 CV, L4, 8 valvole (velocità massima 172 km/h);
2) 1596 cm3, 98 CV, L4, 16 valvole (velocità massima 183 km/h).
Coppia massima Nm/giri al minuto 145/4000.
Entrambi i motori rispettavano, inizialmente, lo standard Euro3 (poi Euro4 e dal 1 luglio 2011 Euro5). Il consumo di benzina per 100 km è di 9,8 litri (in città), 5,4 litri (strada) o 7,2 litri (regime misto). Il serbatoio è da 43 litri. L’accelerazione fino a 100 km/h è possibile in 11,5 secondi (con il motore a 16 valvole).

I dischi sono da 14″ (e non da 13″ come sul modello predecessore). La Lada Priora è dotata, inoltre, dell’ABS e l’EBD. I freni posteriori sono sempre a tamburo. Le gomme raccomandate sono da 185/65.

Gli interni sono stati progettati con la partecipazione dello studio di design italiano Carcerano: sono più belli e più comodi delle altre VAZ e fatti con materiali migliori (finalmente è stata utilizzata la plastica non troppo rigida). L’airbag del guidatore è presente anche sulla versione base della Priora. La posizione del volante è regolabile solo nella sua altezza. L’autoradio di serie è capace di leggere i file MP3 dai CD, dai supporti USB e via Bluetooth; nell’abitacolo sono installate 4 casse.

La possibilità di regolare la posizione dei sedili in verticale e orizzontale è molto limitata. Il meccanismo automatico delle cinture di sicurezza è stato introdotto nel 2008. L’abitacolo è rimasto delle stesse dimensioni ma è diventato più comodo e sicuro.

L’astuccio per occhiali fà un brutto rumore quando viene percorsa una strada non perfettamente piatta ed è un po’ piccolo: non tutti i modelli degli occhiali permettono di tenerlo chiuso. Il posacenere è piccolissimo e non illuminato. In più, si apre di colpo sporcando tutto lo spazio attorno.

Le gomme isolanti dei finestrini sulle prime versioni della Lada Priora erano delle trappole per ogni tipo di sporcizia, quindi dopo qualche decina di aperture/chiusure i vetri erano tutti rigati. Nel 2009 questo problema è stato risolto dal produttore. I vetri delle portiere, comunque, non si abbassano del tutto: un bordo di circa due centimetri resta sempre fuori.

Il bagagliaio ha la capacità di 430 litri, i sedili posteriori sono sdoppiabili.

Il crash-test EuroNCAP era di 2/16 per i veicoli prodotti fino alla metà del 2008, quindi dopo alcuni interventi sulla struttura della Priora il suo punteggio è salito a 4/16. Con lo scontro frontale a 5 km/h viene danneggiato solo il paraurti.

E poi c’è da dire che esistono altre versioni della Lada Priora: in parte corrispondono alle varie versioni della Lada-110. Hanno sempre le stesse due opzioni per il motore già indicate sopra e si differenziano dalla versione base solo per le misure. La versione a cinque porte (VAZ-2172) in produzione dal febbraio 2008: lunghezza 4210 mm, larghezza 1680 mm, altezza 1420 mm. Il volume del bagagliaio è di 400 litri.

La versione a tre porte «Coupé» (sempre VAZ-2172): lunghezza 4210 mm, larghezza 1680 mm, altezza 1420 mm. Il volume del bagagliaio è ancora di 400 litri. Questa versione viene prodotta in piccole quantità a partire dal 18 gennaio 2010.

La versione station-wagon (VAZ-2171) in produzione dal maggio 2009: lunghezza 4330 mm, larghezza 1680 mm, altezza 1480 mm.

La berlina allungata della Lada Priora Premier (VAZ-21708) ha 17,5 centimetri di lunghezza in più: lunghezza 4525 mm, larghezza 1680 mm, altezza 1420 mm. E’ prodotta in piccole quantità dal novembre 2008. Ha il motore da 1800 cm3 e 100 CV.

Il modellino 1:43 della Lada Priora viene prodotto da DiP Models e raffigura la versione base e quella sportiva.

In conclusione ripeto per l’ennesima volta che il problema eterno delle auto VAZ rimane la qualità di assemblaggio e delle componenti di produzione russa. Se non fosse così, la Lada Priora avrebbe potuto essere considerata una buona macchina per la sua fascia economica.

I commenti sono chiusi.