Cosa vi ho nascosto:

Ciao Windows 7

(10 gennaio 2020)

Ricordo a tutti gli interessati che il martedì 14 gennaio la Microsoft cesserà di pubblicare gli aggiornamenti della sicurezza del Windows 7. Quel giorno diventerà dunque la data di morte ufficiale della «7». A tutti i gerontofili digitali che vogliano continuare a utilizzare il suddetto sistema operativo, io potrei consigliare due cose:
1) scaricate e installate tutti gli aggiornamenti disponibili,
2) dopo il 14 gennaio evitate i contatti del vostro computer con l’internet e con i dispositivi di archiviazione esterni (chiavette usb, hard disk esterni, varie schede SD etc.).
Se non siete dei sistemisti di un impianto industriale a regime speciale e, di conseguenza, del tutto logicamente giungete alla conclusione che il rispetto del secondo punto rende quasi inutile il computer dotato del Windows 7, seguite pure il mio saggio consiglio. Con tanta serenità migrate verso il Windows 10: a differenza del Windows 8, il 10 è un sistema operativo bello e comodo.
Avete tutto il weekend per decidere e organizzarvi.
P.S.: giustamente, qualcuno potrebbe chiedermi: come aggiornare gratuitamente il Windows 7 a Windows 10 nel 2020?
Ebbene, è possibile ed è facilissimo. Prima di tutto dovete comunque scaricare e installare tutti gli aggiornamenti disponibili del Windows 7. Andate dunque sul pannello di controllo e cercate il Windows Update.
Una volta aggiornato il Sistema Operativo disponibile, andate su questa pagina del sito della Microsoft e cliccate sul link «avere scaricato l’Assistente aggiornamento» (è quello contenuto nel primo capoverso della pagina).
Scaricato l’Assistente, lo lanciate e seguite le facili indicazioni che compariranno sulla schermata. In base alla potenza del computer e della velocità della vostra connessione internet, tutto il procedimento richiederà da due ore in su.
Per ovvi motivi non mi metto a spiegare come superare uno dei passaggi-chiave partendo dal Windows 7 «tarocco». Rivolgetevi a Google.
P.P.S.: a me piaceva tanto il Windows 7, ce l’ho ancora su uno dei miei computer. Ma il progresso tecnologico mi piace pure.

Le rubriche: Computer

Tags: , ,

Può seguire i commenti a questo post via RSS 2.0.
Per ora ci sono 0 commenti

Commentare