Cosa vi ho nascosto:

Jack Dorsey sta per lasciare Twitter

(30 novembre 2021)

Jack Dorsey, uno dei creatori del Twitter, si è dimesso ieri dall’incarico di CEO. Si tratta di un gesto chiesto dagli investitori già nel 2020 perché, secondo loro, Dorsey dedicherebbe troppo tempo all’altra sua creatura: Square, un servizio di pagamento via dispositivi mobili.
Non mi dispiace assolutamente per Jack Dorsey, il quale finalmente ha più tempo e libertà morale per dedicarsi a ciò che gli interessa maggiormente in questo momento storico. Mi dispiace invece per gli investitori del Twitter, i quali – a differenza di Jack Dorsey – molto probabilmente non hanno ancora capito bene quanto siano limitate le possibilità di crescita di un servizio come Twitter stesso. Intendo: si può aggiungere una infinità di funzioni (aumentare la lunghezza massima dei post, permettere di pubblicare video, audio e immagini, introdurre/modificare la possibilità di inviare messaggi privati e fare tante altre cose che stanno tutte le altre piattaforme compreso il Twitter), ma solo per diventare uno qualunque tra i pari. Questo equivale alla attesa della fine della moda, la fine che prima o poi arriva per tutte le piattaforme online.
Quindi Jack Dorsey ha già capito che è giunta l’ora di dedicarsi a qualcosa di completamente nuovo (almeno nel senso di diverso), mentre gli investitori sperano ancora il nuovo CEO possa produrre un miracolo senza precedenti.
L’esperienza mi suggerisce che dovrebbe vincere Jack Dorsey.

Le rubriche: Internet

Tags: , ,

Può seguire i commenti a questo post via RSS 2.0.
Per ora ci sono 0 commenti

Commentare