Cosa vi ho nascosto:

L’archivio della rubrica «Video»

Non tentate di ripeterlo

Chi conosce la chimica meglio di me (non ci vuole molto), sostiene che il nitrato d’ammonio per esplodere in questo modo deve essere «accompagnato» da alcune altre sostanze. Almeno dal punto di vista teorico è una tesi facilmente verificabile dalle persone realmente interessate. Molto più difficile da verificare sono, per una semplice persona estranea, le condizioni nelle quali erano conservate quelle quasi tre mila tonnellate di nitrato d’ammonio.
Ma la versione iniziale sulla esplosione di un deposito dei fuochi d’artificio era già da subito credibile quanto alcuni racconti annuali sui «festeggiamenti pericolosi scongiurati» del Capodanno a Napoli.
Utilizzo il presente post prevalentemente per salvare la ripresa della esplosione da varie angolature:


Il moonwalk asiatico

Non so come lo avrebbero commentato gli esperti/appassionati della danza, mentre per me il video di oggi è semplicemente ipnotizzante.

P.S.: nonostante una diffusissima credenza popolare, l’inventore del movimento non è Michael Jackson. Prima della comparsa della sua versione, il moonwalk era già noto da circa settant’anni.


Tutti si stancano

Il designer di San Francisco Pablo Rochat si è sensibilizzato alle condizioni di vita degli uccelli cittadini e ha appeso qualche annuncio su alcuni pali della luce. I destinatari hanno manifestato un notevole interesse:

Non si vede bene, ma sicuramente ha attaccato dei chicchi di qualcosa…


Sfogarsi in Islanda

Questa volta il video-post domenicale permette ad alcuni miei lettori di 1) sentirsi parte di una grande comunità internazionale e 2) migliorare un po’ il proprio stato psicologico.
Il Ministero del Turismo di Islanda ha constatato che la popolazione dell’intero pianeta ha attraversato (o sta ancora attraversando) un periodo abbastanza stressante. E ha dunque avviato il progetto Lookslikeyouneediceland.com
È sufficiente accendere il microfono, collegarsi al sito, scegliere una roccia, un campo o una spiaggia islandese, cliccare sul buttone e sfogarsi urlando. Il vostro urlo uscirà dalle casse nel luogo prescelto. E poi potete anche ascoltare le urla delle altre persone da tutto il mondo. Per sapere che non siete soli a soffrire.

Se andare da uno psicologo è ancora troppo presto (o troppo tardi), usate pure questo metodo per liberarvi dallo stress covidico.
P.S.
Ho sempre cercato di pianificare i post del blog in base al luogo dove si trova la maggioranza dei lettori il giorno della pubblicazione. Per esempio, i video con l’audio importante sono più comodi da vedere da casa, quindi vanno pubblicati nei finesettimana. Ma in questo periodo tantissime persone continuano a lavorare da casa, quindi alcune «logiche editoriali» sono un po’ mutate… Spero che i vostri vicini non si siano spaventati per il post di oggi.


Una soluzione tecnologica

Viviamo in un mondo sempre più strano. Nei giorni scorsi ho scoperto che su YouTube esistono dei video creati solo (e appositamente) per i gatti. Il video con il quale è avvenuta la scoperta dura quasi due ore e mezzo e mostra delle linee che si muovono come se fossero delle corde. Se qualcuno avesse la necessità di impegnare il proprio gatto in una attività autonoma per un po’ di tempo ed è pronto a «scarificare» uno schermo, si serva pure:

Dicono che funziona:


Sul relativo canale di YouTube, intanto, non è l’unico video per i gatti.


Attenti alla webcam

Diversi mesi di isteria covidica e il caldo estivo non potevano non produrre degli effetti disastrosi sulle menti deboli. L’esempio di cui scrivo oggi arriva dalla citta spagnola di Torrelavega.
Cosa sarà successo?
In sostanza, un consigliere comunale (nel rettangolo in basso a sinistra) ha deciso di farsi la doccia durante la video-riunione con i colleghi. E dopo avere finito, si è «esibito» davanti alla webcam completamente… Completamente.

Insomma, vedendo alcuni personaggi dobbiamo riconoscere che a volte ci lamentiamo delle cose veramente poco significanti.


Entrare al contrario

L’unico aspetto della parata moscovita del 24 giugno che in qualche modo potrebbe essere definito bello (o almeno curioso) sono gli effetti speciali per la trasmissione televisiva:

Nel 2020 non è certo un capolavoro della grafica, ma almeno è un elemento nuovo.


Una famiglia ordinaria

L’artista moscovita Lazy Square (il nome reale è Aleksej Smirnov) ha realizzato un filmato opening alternativo per i «The Simpsons». I protagonisti del filmato sono i componenti di una tipica famiglia russa.

Anche le persone che non hanno mai avuto un particolare interesse per i Simpsons (come me, per esempio) dovrebbero comunque riuscire a seguire questa opera del tutto autonoma.


La pace e la tranquillità

Esistono diversi modi di raggiungere la pace e la tranquillità (ma pure la serenità). Qualcuno, per esempio, compra (o adotta) un animale domestico. Qualcun altro suona uno strumento musicale. Esistono tantissimi modi diversi…

P.S.: a me piacciono gli animali, ma solo fino al momento in cui diventano domestici.


One Zoom to Rule Them All

Un video del genere sarebbe stato più adatto per il periodo della quarantena, ma è comparso pochi giorni fa. Però anche il periodo del tempo incerto induce le persone a passare più tempo in casa, quindi posso postarlo con serenità…
L’attore Josh Gad ha organizzato una video-conferenza su Zoom tra molti attori e creatori dei film «Il Signore degli Anelli». Hanno partecipato Sean Astin, Elijah Wood, Dominic Monaghan, Billy Boyd, Orlando Bloom, Ian McKellan, Peter Jackson e molti altri: per quasi cinquanta minuti hanno raccontato le varie curiosità legate alla realizzazione dei film, compresa la storia della nascita del meme con Boromir.

Bonus Video: Continuare la lettura di questo post »