Cosa vi ho nascosto:

L’archivio della rubrica «Video»

Ben Stiller a Kiev

Zelensky riceve le visite più incredibili. E io inizio a sospettare che qualcuno tra poco cambi incredibilmente il genere dei film:


Una interpretazione quasi classica

Perché postare la musica solo di sabato? Quando si trova qualcosa di molto, molto particolare, si potrebbe condividerlo con i cari lettori anche negli altri giorni. Ecco, per esempio, una interpretazione quasi classica della «Marcia alla turca» di Wolfgang Amadeus Mozart:
Continuare la lettura di questo post »


Il duo ucraino “Alansia”

Non è necessario capire le parole iniziali del video: semplicemente, vengono presentati Aleksij e Anastasia Mixhenko.


Mi aspettavo ancora più trash

È successo! Dopo appena 28 anni in India è stato girato il remake del «Forrest Gump»:

So alcuni di voi hanno aspettato e desiderato tanto questo film. Quindi aspetto le vostre recensioni, ahahahaha


Una GoPro per tutti

Solo per non perderlo: un video tecnicamente bello con i vari sport più o meno estremi.


Il pirata delle Aule

Il mio interesse verso la cronaca mondana, la vita dei personaggi famosi e tutte le altre cose del genere tende allo zero… Anche se a volte vengo inevitabilmente raggiunto da alcune notizie. Quindi, per esempio, mi dispiace tantissimo per la grande sfiga capitata nella vita di Johnny Depp.
Ma, in ogni caso (e comunque sia la vostra posizione in merito ai concetti appena espressi), trovo molto divertente il seguente video:

L’autore del video era palesemente di parte, ma ha prodotto una cosa geniale.


U2 a Kiev

Tra gli argomenti degli ultimi sette giorni adatti per il video domenicale c’è anche l’esibizione dell’1/2 degli U2 nella metropolitana di Kiev. Bono e The Edge si erano esebiti l’8 maggio alla stazione «Chreščatyk». In particolare, la canzone «Stand by Me» (con il testo «Stand by Ukraine») è stata eseguita assieme al gruppo ucraino Antityla, il cui leader Taras Topolya si è unito alle file della difesa territoriale popolare dopo l’inizio della invasione russa.

Non posso dire che sia un evento musicale (e, infatti, evito di pubblicare dei relativi video nella rubrica del sabato), ma sicuramente è un bel gesto umano.


Scheherazade putiniana

Dato che in Italia è stato finalmente sequestrato il «Scheherazade» (il presunto «yacht di Putin»), io non posso non condividere con i miei cari lettori questo video – con i sottotitoli in inglese – prodotto dai collaboratori di Alexey Navalny (un noto lottatore contro il regime corrotto di Putin):

Mentre io ho una nuova idea per la ripresa della economia ucraina post-guerra: portare in Crimea tutti gli yacht sequestrati ai miliardari russi e metterli in un museo [«della corruzione»]. Lo Stato guadagnerà con i biglietti, mentre i visitatori guadagneranno con la comprensione del fatto che i soldi ottenuti con la corruzione vengono alla fine spese in cose più assurde.


Il miraggio chiamato Putin

Fuori dalla Russia non se ne sono – ancora – accorti tutti, ma negli ultimi mesi Vladimir Putin appare in video in un modo abbastanza strano. Vediamo l’esempio cronologicamente più vicino alla data odierna: il video della partecipazione di Putin alla liturgia pasquale la notte tra il 23 e il 24 aprile 2022.
Vediamo un breve frammento de video ufficiale diffuso sul canale Russia Today:

Ora, invece, vediamo la foto ufficiale di Putin e del sindaco di Mosca Sergey Sobyanin scattata nella stessa occasione:
Continuare la lettura di questo post »


Con 49 anni di anticipo

Non so se lo sapete già. Probabilmente lo sapete, ma non in tutti i dettagli…
In sintesi: nella natura esiste il cartone animato sovietico «I tesori delle navi naufragate» («Cокровища затонувших кораблей») uscito nel lontano 1973. Fino a poco fa non è stato famoso nemmeno in Russia; io non mi ricordo proprio di averlo visto da piccolo, quindi non escludo che non sia mai successo. Ma in questa sede ci interessa una scena concreta di quel cartone. La scena nella quale tre ragazzi di età scolastica esplorano i fondali marini a bordo di un batiscafo chiamato «Nettuno 25» («Нептун 25») e trovano una nave militare tedesca affondata durante la Seconda guerra mondiale:

Ecco, per qualche stranissimo e incomprensibilissimo motivo l’intero cartone è stato bloccato, per chi tenta di accedervi dal territorio russo, sul canale Youtube della casa produttrice del cartone stesso. Le persone cattive dicono che il motivo reale sarebbe il nome dei razzi ucraini «Nettuno» che hanno fatto affondare l’incrociatore «Moskva»… Ma noi cosa dobbiamo pensare di fronte a queste voci?..