Cosa vi ho nascosto:

L’archivio del 3 novembre 2022

Lo humor dell’epoca putiniana

Riprendendo l’argomento di ieri, posso constatare che non solo a Vladimir Putin piace fare delle battute tanto divertenti. Pure tanti alti funzionari dello Stato russo si distinguono per delle tendenze simili (non è un fenomeno sorprendente: sono stati selezionati anche in base alle loro capacità intellettuali e spesso cercano di seguire il buon esempio del capo).
Questa volta condivido con i lettori un interessante esempio appreso ieri. Valentina Matvienko – la Presidente del Consiglio Federale (la Camera alta del parlamento russo) – ha cercato migliorare un po’ lo spirito lavorativo durante un incontro con i rappresentanti del Ministero dei Trasporti:

Oggi ho letto una barzelletta su internet: il padre di cinque bambini erroneamente convocato nell’ambito della mobilitazione si è rifiutato categoricamente di lasciare la zona della Operazione Militare Speciale.

Si sostiene che il pubblico non avrebbe apprezzato: in aula si sono osservate zero risate.

P.S.: molto probabilmente vi mancava anche un piccolo dettaglio interessante: Valentina Matvienko è nata – e ha passato i primi 18 anni della propria vita – in Ucraina.