Cosa vi ho nascosto:

L’archivio del 8 novembre 2022

Si incontrano tre putiniani

Non so se classificare questa storia come un aneddoto o come una specie di apocrifo dei giorni nostri, ma…
Il 29 ottobre a Volgograd le forze dell’ordine (che da oltre due decenni servono prevalentemente a difendere il regime politico vigente) hanno reagito alla segnalazione degli attivisti religiosi ortodossi (i quali, seguendo l’esempio del Patriarcato di Mosca, appoggiano la guerra in Ucraina) e hanno interrotto il concerto dei rapper ALEXMERSER e INQUEENSITION (favorevoli alla invasione russa della Ucraina).

So benissimo che molte persone sono tanto idealisti e sognatori da pensare che certi regimi non democratici cadano per il merito delle rivoluzioni. Mentre io vedo che in realtà quei regimi cadono quasi sempre (in Russia proprio sempre) a causa dei conflitti interni al sistema. Il problema sta nel fatto che il grado critico del conflitto – al raggiungimento del quale il regime putiniano crollerà – sarà infinitamente meno divertente di quello appena descritto.
Per ora possiamo osservare solo alcuni primi, singoli e piccoli, segnali del conflitto crescente.