Cosa vi ho nascosto:

L’archivio del tag «lada»

Le somiglianze

Tutti prendono in giro l’aspetto estetico del «pick-up futuristico» Tesla Cybertruck presentato da Elon Musk.

Io, da parte mia, inizialmente non avevo l’intenzione di farlo: i criteri del bello e/o del ridicolo variano da persona a persona. Ma poi mi sono ricordato della Lada Sputnik Vaz-21099

E non mi sono trattenuto.


Nel 1970 l’appena fondata fabbrica automobilistica sovietica VAZ iniziò a produrre il suo primo modello: la 2101 «Kopeika» (volendo potete vedere il mio articolo sull’argomento).
Nel 1971 l’URSS iniziò a esportare le 2101 in Occidente. Proprio in quella occasione fu inventato il nome Lada, inizialmente riservato solamente alle vetture da esportazione. Le automobili Lada raggiunsero i loro risultati commerciali migliori in Finlandia, Svezia, Norvegia e Islanda. Relativamente benesi vendevano anche in Australia, Canada e alcune zone della America Latina. Ogni prodotto per essere venduto bene ha bisogno di essere pubblicizzato. Oggi, dunque, vediamo gli esempi più interessanti della pubblicità occidentale della Lada.
L’esempio più bello è la video-pubblicità inglese della Lada realizzato in stile National Geographic nel 1980.

Lo stesso stile è stato adottato per l’opuscolo stampato:

Continuare la lettura di questo post »


La LADA abbandonata

Nella sperduta provincia francese, vicino alla città di Mâcon, è stata da poco scoperto da un esploratore russo un luogo particolarissimo: una concessionaria abbandonata della LADA. All’interno dello stabile e attorno a esso sono ancora parcheggiate alcune decine di auto.

Non era un negozio particolarmente grande.

Si vede che la concessionaria è chiusa da anni: le auto parcheggiate fuori hanno le gomme a terra e le macchie della ruggine ben visibili.

Si vede che l’ex proprietario si occupava anche della vendita dell’usato. Questa versione della LADA VAZ-2109, per esempio, veniva prodotta fino al 1991 (si vede dal «muso» corto e con un singolo elemento orizzontale massiccio).

Ufficialmente le LADA venivano importate in Francia dall’inizio degli anni ’80 fino al 2008.

Nel cortile posteriore si vedono alcune LADA con dei pezzi mancanti (in alcuni casi molti pezzi). Saranno quelle auto guaste/incidentate dalle quali venivano recuperati i pezzi di ricambio.

Non si sa di preciso quando abbia chiuso questo negozio. Ma sulle foto del 2013 disponibili su Google Street View lo vediamo ancora operativo: in primo piano si vedono le LADA Niva nuove, dietro ad esse le LADA-2110. Considerata la buona fama delle Niva, è difficile immaginare che siano rimaste non svendute, quindi nel 2013 il negozio funzionava per forza.

In Italia esiste un posto del genere? Gli ex venditori delle auto russe (che non rientrano più nei parametri ecologici europei) che fine hanno fatto?


I sedili della Lada Niva

Lo scorso weekend un lettore mi chiese dei consigli sui sedili anteriori da installare sulla sua Lada Niva 2121. In effetti, quelli di serie non sono proprio comodissimi, quindi quasi tutti i proprietari di una Niva decidono, prima o poi, di cambiarli.

Per i numerosi proprietari italiani di Lada Niva elenco le sei opzioni più apprezzate in Russia: Continuare la lettura di questo post »


Lada XRAY

La settimana scorsa l’AutoVAZ ha presentato il nuovo SUV Lada XRAY, la cui produzione in serie dovrebbe partire a metà dicembre. Per ora non vi dico nulla sulle caratteristiche tecniche: aspetto che compaiano i primi esemplari da testare. Oggi voglio limitarmi a fare una piccola osservazione sul design esterno…

Anche a voi sembra una Nissan Qashqai presa a martellate?


Continuare la lettura di questo post »