Cosa vi ho nascosto:

L’archivio del tag «mercedes»

Un miglioramento anomalo

Sono anni che mi dimentico di scriverlo, ma è sempre meglio tardi che mai…
Nella industria automobilistica persiste da decenni una tradizione triste: alcuni modelli prodotti per molti anni o decenni col tempo peggiorano almeno dal punto di vista estetico.
L’esempio più estremo è la Nissan Micra che inizialmente era una macchina normale (per i suoi tempi), poi è diventata una macchina mostruosa e dopo ancora è diventata una macchina esteticamente anonima, mediocre.

Oppure possiamo ricordare la Jeep Cherokee che da un fuoristrada un po’ grezzo ma serio si è trasformata Continuare la lettura di questo post »


Vi serve una auto presidenziale?

A San Pietroburgo è stata messa in vendita a soli 19.790.000 rubli (circa 283.900 euro) una Mercedes blindata che sarebbe stata utilizzata dal presidente Boris Eltsyn tra il 1994 e il 1997.
L’auto in questione è la Mercedes-Benz S-klasse Trasco Bremen, ha 5000 di cilindrata e 320 CV, ha fatto circa 60 mila chilometri.
Se siete interessati, vi do il link all’annuncio e mostro alcune foto:

Continuare la lettura di questo post »


La testa di Barbie

In un paesino anonimo di provincia noiosa viveva una coppia poco felice. Lui si svegliava alle 6 del mattino per prendere il treno e andare al suo lavoro da mille euro al mese. Lei, invece, si accontentava di un lavoretto part-time che le lasciava abbastanza tempo per i selfie e le citazioni sagge su facebook. Solo una cosa, l’abitudine a parte, li teneva ancora insieme: ogni mattina ripetevano un divertentissimo rituale.

«Caro, quando mi regali una mercedes?» – chiedeva Lei dalla camera da letto.

«Va§§@&ç#lo, non a…mo soldi!» – rispondeva Lui ingoiando frettolosamente la colazione.

Gli anni passavano, il ricordo dell’innamoramento si affievoliva, l’abitudine cominciava a pesare. Un fottuttissimo mercoledì mattina, quindi, Lui aveva risposto «OK, lo facciamo sabato», si era versato addosso il caffè e si era avviato di corsa verso la stazione.

Da quel giorno sono passati diverse decine di mercoledì, giovedì, venerdì, sabati, domeniche, lunedì e martedì. Ma Lui non si stanca ancora a ridere soddisfatto ogni qualvolta che sente qualcuno a dire «ma come cazzo sta questa?!»