Cosa vi ho nascosto:

§ 23. Come disabilitare le revisioni su WordPress

Nel paragrafo precedente avevo raccontato come pulire e ottimizzare il database di un sito (o blog) realizzato con il WordPress. Ora, invece, spiego come limitare l’intasamento dello stesso database con delle informazioni inutili.
Chi pubblica i contenuti su WordPress sa bene cosa siano le «revisioni» degli articoli e delle pagine: sono le loro versioni salvate prima di quella attualmente visionabile dai visitatori. Avete pubblicato qualcosa? È la prima revisione. Avete fatto una modifica al testo e avete cliccato su «Aggiorna»? È la seconda revisione. E così via… Inoltre, se scrivete un testo da pubblicare direttamente nella form di pubblicazione, il WordPress salverà automaticamente il testo più volte durante il vostro lavoro: in tal modo creerà più revisioni della stessa pagina. Questo salvataggio periodico di tutte le revisioni, in particolare, potrebbe avere senso se avete paura di apportare delle modifiche sbagliate o, per esempio, avete delle irregolarità nel funzionamento dell’impianto elettrico. Le revisioni possono dunque essere utili in un periodo iniziale di lavoro su un articolo ma, una volta pubblicata la versione definitiva, occupano inutilmente lo spazio prezioso (e spesso costoso) nel database.

Un piccolo esempio: uno dei post del mio blog ha 6981 caratteri (gli spazi inclusi) e, di conseguenza, pesa 6981 byte equivalenti a 6,8 kilobyte. Le tre revisioni salvate pesano 20,4 kilobyte: non sembrano tanti, ma dobbiamo ricordare che i testi pubblicati sono diverse migliaia e spesso sono molto, molto più lunghi.
Insomma, a molti di noi conviene disabilitare il salvataggio delle revisioni. Esistono due modi di farlo.
Il metodo № 1. Bisogna andare nella root del sito e trovare il file wp-config.php
Dopo avere aperto il file, cercate questa riga:

define('WP_DEBUG', false);

Dopo di essa inserite questa riga:

define('WP_POST_REVISIONS', false);

Oppure, in alternativa, questa (scegliete voi, funzionano ugualmente bene):

define('WP_POST_REVISIONS', 0);

Ora salvate il file (e caricatelo sul server se avete lavorato sul disco del vostro computer).
Il metodo № 2. Esiste anche un’altra via. Bisogna andare nella cartella wp-includes e trovare il file default-constants.php
Dopo averlo aperto cercate la funzione function wp_functionality_constants ()
Al suo interno ci saranno, tra le altre, queste due righe:

if ( !defined('WP_POST_REVISIONS') )
define('WP_POST_REVISIONS', true);

Ecco, sostituite il valore «true» con «false» oppure con «0» (come piace a voi).
Ora salvate il file (e caricatelo sul server se avete lavorato sul disco del vostro computer).
Bonus Track. Qualcuno potrebbe preferire limitare la quantità delle revisioni salvate, ma non disattivarle del tutto. Per fare ciò, scegliete uno dei due modi appena descritti, ma al posto del valore «false» mettete il numero massimo delle revisioni che volete permettere di salvare. Per esempio, così:

define('WP_POST_REVISIONS', 3); // massimo 3 revisioni

La disattivazione o la limitazione delle revisioni verranno applicate solo agli articoli (o alle pagine) nuovi, mentre le revisioni delle pubblicazioni vecchie rimarranno dove erano. Per scoprire come eliminarle leggete il paragrafo precedente.
È facilissimo!

I commenti sono chiusi.