Cosa vi ho nascosto:

Lodi, stadio Dossenina

Un sabato, essendo di passaggio a Lodi, ho avuto l’occasione infiltrarmi allo stadio cittadino. Si chiama Stadio Dossenina, è stato inaugurato nel 1920, la squadra di casa si chiama «Fanfulla 1874» (fondata nel 1908).

Il cancello era aperto e incustodito. Quindi sono entrato indisturbato.

La prima cosa che si vede è il bar blindato e, accanto, gli spogliatoi.

Una targa commemora non si capisce bene chi.

Non so a cosa servano queste postazioni. Riservati ai disabili o allo staff?

Le tribune per la gente normale hanno un design minimalista. Wikipedia dice che la capienza è di 2184 posti, ma molto probabilmente la quantità di posti (e quindi di biglietti vendibili) dipende esclusivamente dalla quantità di gente che si presenta.

Io lo deduco dalla mancanza di posti segnalati con precisione almeno graficamente. Mentre la tribuna per la gente non normale (cioè importante e/o ricca) è attrezzata di poltrone.

I posti per gli sponsor e i vip locali:

Ma la parte più importante di uno stadio dovrebbe essere il campo. Quello lodigiano sembra verde, piatto e rettangolare.

Le panchie sono attrezzate e moderne come il resto dello stadio… No, è la curva che è talmente attrezzata che sembra un condominio…

Non sono un grande esperto in materia e quindi non so quanto sia difficile entrare in uno stadio normale vuoto per farci un reportage. Prima o poi cercherò di fare una visita a San Siro. Mi sa tanto che sarà illegale e pericolosamente divertente…

I commenti sono chiusi.