Cosa vi ho nascosto:

§ 12. Il reindirizzamento con HTML, JS, PHP e JSP

Nel paragrafo precedente avevo scritto del reindirizzamento (redirect 301) attuabile attraverso i file di configurazione del server (.htaccess e web.config). Quel metodo, però, potrebbe essere inadatto alle caratteristiche tecniche del vostro hosting (per esempio, potreste non avere i diritti per la modifica di quei file) o alle vostre esigenze/preferenze particolari.
Ebbene, il redirect può essere realizzato – a vostra scelta – anche tramite uno semplice script in HTML, PHP, JavaScript o JSP (Java). Prima di vederli tutti, avviso che il metodo in questione richiede l’intervento diretto sul codice delle singole pagine, quindi nel caso di una grande quantità di queste ultime potrebbe richiedere un lungo lavoro monotono.

1. Il redirect con il HTML
Il codice deve essere inserito tra i tag <head> e </head> della pagina dalla quale deve partire il reindirizzamento. Al posto dello 0 (zero) potete inserire qualsiasi altro numero intero: indica la quantità dei secondi dopo la quale il visitatore verrà automaticamente reindirizzato al nuovo URL da voi inserito.
Non dimenticatevi di inserire l’indirizzo del sito e/o della pagina al quale volete reindirizzare il visitatore!

<meta http-equiv="refresh" content="0; url=http://nuovosito.it">

Nel caso del valore 0 (zero secondi) il reindirizzamento deve essere immediato, il che ha dei suoi vantaggi. Mentre la scomodità della immediatezza – non a tutti evidente – consiste nel fatto che dopo l’avvenuto reindirizzamento il visitatore potrebbe per qualche suo motivo decidere di cliccare sul buttone «indietro» del browser. In questo ultimo caso finirà sulla pagina dalla quale era partito il reindirizzamento e verrà dunque nuovamente reindirizzato alla pagina che voleva lasciare!

2. Il redirect con il PHP
Anche questo codice – se scelto da voi – va inserito nel codice della pagina dalla quale deve partire il reindirizzamento.
L’unica cosa da modificare è l’indirizzo della destinazione del reindirizzamento.

<?php
  header('HTTP/1.1 301 Moved Permanently');
  header('Location: http://nuovosito.it/');
?>

Questo secondo script funzionerà perfettamente se le pagine del vostro sito hanno l’estensione .php Esisterebbe anche un modo di inserire il codice PHP nelle pagine HTML, ma questo non è l’argomento del presente paragrafo. Inoltre, c’è da sottolineare che le soluzioni perverse (intendo il mescolamento dei due linguaggi) fanno divertire un sacco lo sviluppatore, ma raramente hanno un reale senso pratico.

3. Il redirect con il JavaScript
Il codice va inserito tra i tag <head> e </head> della pagina dalla quale deve partire il reindirizzamento.
L’unica cosa da modificare è l’indirizzo della destinazione del reindirizzamento.

<script type="text/javascript">
  window.location.replace("http://nuovosito.it");
</script>

Ma è importante ricordare di un grosso difetto di questo terzo script: il visitatore potrebbe avere disabilitato l’esecuzione del JavaScript nel proprio browser. In tal caso, ovviamente, il reindirizzamento tramite il nostro script in JS non avverrà.

4. Il redirect con il JSP (Java)
Anche in questo caso non va dimenticato l’inserimento dell’indirizzo di destinazione.

<%
response.setStatus(301);
response.setHeader( "Location", "http://nuovosito.it/" );
response.setHeader( "Connection", "close" );
%>

Ecco, è tutto qui. Semplicissimo, vero?

I commenti sono chiusi.